Escursione 18 Aprile

Monti Trebulani: l’Eremo di S. Salvatore a Rocchetta e Croce

Appuntamento:

  • ore 8.30 c/o uscita CAPUA, poi tutti insieme seguiremo le indicazioni per Calvi Risorta prima e poi Rocchetta e Croce.

Accompagnatori e info: 

  • Annamaria Sicignano AE –  391 776 1716
  • Nicola Di Caterino AE – 340 544 8260

Dettagli Escursione:

  • Durata ore: 4h circa (inclusa la visita ai due Eremi)
  • Difficoltà: T/E (Turistico/Escursionistico)
  • Sviluppo: 9,5 km circa complessivi
  • Itinerario: Turistico, naturalistico e culturale
  • Equipaggiamento: abbigliamento da montagna (scarpe da trekking, ghette, abbigliamento a strati, ricambi, etc)
  • Attrezzatura: bastoncini telescopici, macchina fotografica
  • Pranzo e acqua: Pranzo a sacco. Acqua non disponibile lungo il percorso. Munirsi prima della partenza di almeno 2lt di acqua
  • Mezzi di trasporto: auto proprie
  • Note importanti e raccomandazioni:
    • Tutti i rifiuti vanno portati a casa
    • Gli organizzatori si riservano il diritto di modificare il percorso o di annullare l’escursione, in caso di condizioni meteo avverse.
    • Misure anti Covid 19:
      • mascherina, gel disinfettante
      • autocertificazione di non essere affetti da Covid 19 (scaricabile qui) da consegnare all’accompagnatore prima dell’inizio dell’escursione.
      • Si raccomanda di rispettare la distanza di sicurezza di 1m tra i partecipanti e ricordare l’obbligo di indossare la mascherina in caso di distanza ravvicinata.

Descrizione:Partendo da Cappella La Santella e percorrendo su strada asfaltata circa 1 km, si arriva al paese abbandonato di Croce, dove ha inizio la vera e propria salita (itinerario di una via Crucis) di 350 mt e lunga 1,5 km fino a raggiungere l’Eremo di San Salvatore. Prima sosta e visita all’Eremo, caratterizzato da una botola sottostante che nasconde una cripta contenente uno scheletro umano.
Proseguendo per un altro km si giunge alla cappella della madonna di Fratejanni, sita su un dirupo alto 500 mt, dal quale si può puntare lo sguardo verso il mare, fino a scorgere le Isole Pontine.
Dopo la sosta fotografica e la visita alla Cappella, si prosegue in discesa verso il punto di partenza. L’Escursione, quasi in piano, prosegue per Monte Costa, base per i lanci da parapendio. Segue poi Piano Razzano, dove incontreremo un campo ricoperto da un manto erboso, ideale per l’ultima sosta e per il pranzo, prima di tornare alle auto, poco distanti.

L’Eremo di San Salvatore è uno dei due Eremi di Monte Maggiore e rappresenta una delle mete più belle e suggestive da scoprire nel territorio del Medio Volturno. Il monastero benedettino, realizzato intorno al Mille, è sospeso per tre lati sul vuoto e l’unico varco d’accesso è un passaggio ad Ovest protetto da un muro di cinta robusto qualche metro: ciò fa di San Salvatore un monastero-fortezza armato con sistemi di difesa per proteggere la comunità monastica ed i suoi beni dagli assalti. Il panorama goduto dall’Eremo, costruito su sperone di roccia e strapiombo, il silenzio delle cime del Massiccio del Monte Maggiore e il profilo elegante dei nibbi che si liberano in volo, consentono ancora oggi all’escursionista di tornare indietro nel tempo ed immergersi nella contemplazione della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.